28 gennaio 2019
28/01/2019
L’avevo scritto, avevo avvisato da mesi, l'ho ribadito subito dopo le feste natalizie e oggi l’ho fatto.
Due scarichi a lago abusivi sono stati eliminati stamattina.
Abbiamo iniziato nel tratto della spiaggia La Punta, l’unico tratto del lago di Garlate insieme a Rivabella dove si può fare il bagno.
Il primo uno scarico costituito da un tubo rigido di plastica arancione rivestito di cemento posato sulla spiaggia da innumerevoli anni, e l’altro più recente di un tubo rosso sagomato che entrava direttamente nel lago.
Adesso non ci sono più.
Non ci sono più scarichi abusivi su quella spiaggia, ci sono solo due scarichi di cemento ravvicinati posti a sud della scaletta di accesso, di cui uno rivestito in sassi nella parte terminale, ma sono quelli delle acque meteoriche, le acque bianche, autorizzate.
L’idea è quella di togliere tutti gli scarichi abusivi prima dell’estate in modo da far funzionare a pieno ritmo la rete fognaria comunale evitando di inquinare il lago.
Già nel pomeriggio di oggi abbiamo convocato in municipio i tecnici di Lario Reti la società affidataria del servizio,  per coordinare gli ultimi allacciamenti fognari in località Torrette inferiori in modo che si facciano tutti nello stesso momento, per non creare disagi, prima  in Piazzetta don Giovanni Riva e poi in via 1 maggio.
Lario Reti avviserà a giorni anche gli utenti di via Belvedere zona palazzetto, per provvedere all’allacciamento alla nuova dorsale fognaria ultimata lo scorso anno.
Chiedo a tutti coloro che ancora non si sono allacciati alla pubblica fognatura, per qualsiasi motivo, di farlo nel più breve tempo possibile, perché io continuerò a far chiudere uno ad uno gli scarichi abusivi come ho fatto oggi.
E chi ha uno scarico abusivo deve sapere  che in caso di chiusura dello stesso, la fognatura non potendo defluire ritorna indietro dalle tubazioni e invade l’appartamento.
In caso di dubbi o richieste di informazioni  si prega di contattare l’ufficio tecnico comunale che darà tutte le spiegazioni del caso.
Non possiamo tollerare oltre che nonostante tutti gli sforzi compiuti, i milioni di euro spesi e le fatiche fatte anche dai miei predecessori per realizzare la fognatura, ci sia ancora chi fa finta di nulla e scarica nel lago.
Alla prossima.